Da Terni un aiuto alle aree terremotate

Sono stati tantissimi i cittadini non solo ternani, che hanno risposto all'invito del Comune di Terni per dare un sostegno alle popolazioni colpite dal sisma di Amatrice. In 48 ore sono state raccolte 200 adesioni
per attività di volontariato
. Le schede e le email sono state inserite, a cura dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico, in un database messo ora a disposizione dell'Ufficio Protezione Civile.
A breve comunicheremo agli interessati - per mail, telefono e anche attraverso prendoparte.it - le modalità e i tempi per poter partecipare ad un corso di formazione a cura della Protezione Civile del Comune di Terni che consentirà ai volontari, secondo quanto previsto dalla normativa attuale, di attivarsi a sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto, o coinvolte in altre emergenze e calamità naturali.
Sono state oltre mille le telefonate ricevute dal Comune di Terni, tramite lo Sportello del Cittadino, per la raccolta di generi di prima necessità.
Anche in questo caso la raccolta dei materiali si è conclusa.

L'Amministrazione Comunale ha infatti deciso di raccogliere le indicazioni pervenute dalla Protezione Civile nazionale, dalla Regione e dall'Anci e di non procedere ad ulteriori ritiri di donazioni in beni alimentari e di attrezzature varie. Nelle zone colpite dal sisma di mercoledì scorso, sia in Umbria, Lazio e Marche, infatti vi è una quantità più che sufficiente di derrate alimentari e di generi di prima necessità, nonché di materiali di pronto intervento. La protezione civile, la Regione e l'Associazione nazionale dei comuni d'Italia invitano i tantissimi cittadini che hanno dimostrato solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite di concentrarsi su donazioni di denaro che saranno utilizzate per il superamento dell'emergenza e per le iniziative di ricostruzione. A tal proposito sono attivi diversi numeri di conto corrente. Quelli della Regione e della Croce Rossa Italiana sono i seguenti: Iban IT32R0200803033000104429137, causale Regione UmbriaSisma agosto 2016; Iban IT40F0623003204000030631681  causale Cri Sisma centro Italia.

Pertanto il magazzino di Maratta a partire dal 26 agosto ritirerà esclusivamente il materiale già raccolto dalle associazioni che nelle scorse ore si sono attivate con proprie iniziative e che hanno deciso comunque di avere come punto di riferimento la Protezione Civile comunale.

Nei prossimi giorni verrà diffuso l'inventario dei beni raccolti e successivamente le modalità del loro impiego.

"Le tantissime disponibilità dei ternani, e non solo dei residenti a Terni, pervenute all'Urp, la raccolta di materiali - ha detto il vicesindaco di Terni Francesca Malafoglia - dimostrano ancora una volta lo spirito di mobilitazione e di partecipazione di questa città. Il Comune di Terni continuerà a lavorare anche nei prossimi giorni, in stretta collaborazione con la Protezione Civile, la Regione, l'Anci, affinché questo patrimonio di solidarietà e vicinanza sia utilizzato nel migliore dei modi, per dare un aiuto concreto e produttivo alle popolazioni di Lazio, Umbria e Marche colpite dal terremoto. Sarà compito del Comune tenere informati sia i cittadini che si sono offerti come volontari che la città nel suo complesso, delle iniziative che verranno organizzate in sinergia con le altre istituzioni".

Per ulteriori informazioni i numeri l'Urp in via Roma, 40 (di fronte all'ingresso del Politeama), numero 0744 432201, 0744 549527, e-mail sportello.cittadino@comune.terni.it;  ufficio protezione civile comunale, Corso del Popolo 30, tel 0744.549826/821


 

DOCUMENTI UTILI